Vomero, citofona alla moglie: "Ti brucio con l'acido, ti massacro". Intervengono i Carabinieri

Arrestato un 45enne, già protagonista qualche giorno fa di un'aggressione alla moglie in spiaggia, davanti ai figli di 8 e 12 anni. La moglie vuole la separazione dopo aver scoperto i tradimenti

Al Vomero i Carabinieri hanno arrestato un 45enne con l'accusa di lesioni e stalking. L'uomo sabato avrebbe minacciato sua moglie al citofono davanti a due carabinieri in borghese che già attenzionavano l'abitazione della donna dopo alcune segnalazioni. "Scendi, ti faccio male, ti massacro, ti brucio con l'acido", avrebbe detto l'uomo. La notizia è riportata da il Mattino. Il 45enne era già stato protagonista di un'aggressione ai danni della moglie, qualche giorno fa in spiaggia, davanti ai figli di 8 e 12 anni.

"Mi ha insultato in modo osceno", rivela la donna. "Ora temo che quando uscirà proverà ad uccidermi". La moglie aveva chiesto la separazione dopo aver scoperto un tradimento del marito (che avrebbe avuto anche un figlio dalla relazione extra-coniugale).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Diede fuco a Carla Caiazzo: la Cassazione conferma i 18 anni per l'ex

  • Salute

    Asl Napoli 1, arriva l'app per monitorare l'afflusso dei pazienti negli ospedali

  • Sport

    Universiadi, poco più di 100 giorni al via: "La macchina è in piena corsa. Sarà un grande evento"

  • Cronaca

    Secondigliano, la Polizia mette sotto assedio il rione Perrone

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 marzo (giorno per giorno)

  • Terremoto, sciame sismico di decine di scosse tra Napoli e Pozzuoli

  • Napoletano esordisce a soli 16 anni in Europa League, il papà: "Ho un messaggio per De Laurentiis"

  • Affonda nave della compagnia napoletana: "Non ci sono vittime né feriti"

  • Piano per il lavoro Regione Campania, on line la tabella dei profili richiesti

  • Fiamme nello stabilimento Fca di Pomigliano d'Arco

Torna su
NapoliToday è in caricamento