Visite gratuite ai migranti in ospedale: "Sono gli stenti subiti a innescare le malattie"

"Non abbiamo trovato patologie diverse da quelle di cui normalmente soffrono anche gli italiani”, spiegano i medici che li hanno visitati

Visite gratuite migranti (Foto De Cristofaro)

Più di una ventina i migranti provenienti da Paesi extra UE che si sono recati all’Edificio 10 dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, per la mattinata di visite gratuite indetta in sinergia dall’Unità Operativa Complessa di Dermatologia, diretta dal Prof. Mario Delfino, e dalla Scuola di specializzazione in Dermatovenereologia guidata dalla Prof. Gabriella Fabbrocini.

Un'iniziativa - vale la pena di precisare - a costo zero dal momento che le visite sono state effettuate fuori dall'orario di lavoro, grazie alla straordinaria disponibilità di medici e infermieri che hanno prestato la loro opera come volontari, a titolo completamente gratuito, negli appositi spazi messi a disposizione dall'Azienda. E, soprattutto, un'iniziativa che si ripeterà, in giorni da definirsi, con le stesse modalità, vista la grande richiesta che sta giungendo in particolare dalle comunità di accoglienza .

“Credo che i migranti siano, sotto ogni profilo, per noi tutti un’immensa occasione - ha spiegato la Prof. Gabriella Fabbrocini - per imparare e migliorare. Del resto anche i nostri figli sono migranti, considerando quanti di loro sono costretti a lasciare Napoli, il Sud e in generale l'Italia per studiare o lavorare". “E’ bene avvisare che non abbiamo trovato patologie diverse da quelle di cui normalmente soffrono anche gli italiani”, precisa il Prof. Mario Delfino "dunque nessun allarmismo o paura". "Sono proprio gli stenti patiti durante i trasferimenti, tra disagi, carenze alimentari e promiscuità, a innescare la maggior parte delle malattie dermatologiche”, avvisano infatti i dott. Maurizio Lo Presti e Patrizia Forgione del team di esperti al lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

visite-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento