menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnysuncloudwhitecloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfograinlightblackcloudsleetsnowcelsius

Prende a calci e pugni la convivente: in manette

La donna, una 30enne di Afragola, è stata medicata all'ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore per lesioni lacero contuse, guaribili in 15 giorni. L'uomo è ora rinchiuso nel carcere di Poggioreale

Violenze

I Carabinieri di Afragola hanno arrestato un 32enne del luogo per maltrattamenti in famiglia. L’uomo è stato bloccato dai militari dell'Arma, immediatamente dopo che al culmine di una lite per futili motivi, aveva picchiato a calci e pugni la convivente.

La trentenne di Afragola è giunta con il volto sanguinante presso la caserma dei Carabinieri della zona, dove ha raccontato l'accaduto. I militari hanno arrestato l'uomo mentre stava ancora guardando la televisione.

La donna è stata medicata dai sanitari dell’ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore per lesioni lacero contuse, guaribili in 15 giorni.

In seguito a successivi controlli, come si legge su Cronache di Napoli, i Carabinieri hanno accertato che l’uomo in passato si era reso responsabile di episodi simili nei confronti della donna. L’arrestato è stato tradotto nel carcere di Poggioreale.

 

Potrebbe interessarti


    Commenti

      Più letti della settimana

      Torna su