Non può avvicinarsi alla moglie, entra in casa a martellate

In manette un pregiudicato di 41 anni. Ha colpito la donna con una testata al volto e ha danneggiato anche l'ambulanza

Non poteva nemmeno avvicinarsi a lei. Già gli era stato vietato di stare nei posti frequentati da sua moglie per i maltrattamenti che le aveva riservato in passato. Invece si è presentato fuori la sua abitazione e quando lei si è rifiutato di aprirgli è entrato rompendo la porta a martellate. È successo a Boscoreale dove un 41enne pregiudicato è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Torre Annunziata con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e danneggiamento aggravato.

L'uomo si è presentato fuori l'appartamento della donna con la scusa di volerle parlare. La donna non gli ha aperto allora ha buttato giù la porta a martellate e poi l'ha aggredita. L'ha colpita con una testata al volto prima che la vittima riuscisse a chiamare il 118 per farsi soccorrere. I medici appena arrivati si sono resi conto della situazione e hanno chiamato i carabinieri. L'uomo allora è andato su tutte le furie e ha cominciato a prendere a martellate anche l'ambulanza. Solo l'intervento dei militari ha potuto evitare il peggio. I carabinieri l'hanno arrestato e portato in carcere mentre la donna è stata soccorsa dai sanitari.

Potrebbe interessarti

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

  • Rosmarino: cosa sapere di questa pianta

  • I 10 alimenti che non dovresti mai mettere in frigo e perché

I più letti della settimana

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Dramma in via Marina, scooter contro auto: muore 26enne

  • Renzo Arbore e il saluto a De Crescenzo: “Lucià ti abbiamo portato a Napoli”

  • Tragedia a Mergellina, 22enne si lancia dal settimo piano: muore sul colpo

  • Dramma per una famiglia napoletana in vacanza: 42enne muore mentre fa il bagno

  • Bimbo ingerisce soda caustica: ricoverato in gravi condizioni al Santobono

Torna su
NapoliToday è in caricamento