“Via Atonio De Curtis” a Sant'Arpino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Sant'Arpino, singolare intitolazione di una strada al Principe del Sorriso, solo che hanno dimenticato una consonante molto importante.

Sant'Arpino (CE) - Singolare forse unica tabella in tutto il mondo che dedica una strada ad un personaggio che per Napoli e per il mondo, è una vera storia. Antonio De Curtis, in arte Totò che nasce il 15 febbraio 1898 nel rione Sanità. Artista che ha scritto una parte della storia di Napoli, racchiusa nei suoi indelebili film, aver accompagnato tre, forse quattro generazioni, "il comico" che si divertiva a prendere in giro i potenti, ridicolizzando il loro essere. Tutta la Campania, forse gran parte dell'Italia, ha dedicato al "Principe" un ricordo, una piazza, una statua, una scuola, un teatro, una strada. Ma dal comune nell'hinterland casertano qualcosa è stato omesso. "Via Atonio De Curtis" (vedi foto) quanto si evince dalla segnaletica imboccando la strada. Un sorriso è quello che avrebbe fatto Totò nel vedere quanto scritto, sicuramente, ma la gravità sta nel capire a chi è sfuggita questa piccolezza? La "N" poi, la lettera della sua città?

Torna su
NapoliToday è in caricamento