Rivendeva illegalmente cassette per frutta e verdura: denunciato

L’area, sulla quale erano accatastate circa 200mila cassette, è stata sequestrata

I Carabinieri del nucleo investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale di napoli (N.i.p.a.a.f.) hanno scoperto a Volla un’attività abusiva in cui venivano recuperate cassette di legno e plastica, di quelle per frutta e verdura, usate.

Nell’area in cui era stata allestita l’attività, gestita da un 37enne del posto, i militari hanno scoperto che le cassette venivano recuperate illegalmente da privati o da negozi e poi venivano rivendute ad agricoltori ma senza prima sanificarle, quindi erano da considerarsi rifiuti.

Quelle rotte o distrutte, non vendibili, erano invece accatastate a terra in attesa probabilmente di essere incendiate. All’interno i carabinieri hanno scoperto anche 5 lavoratori “a nero”.

L’area, sulla quale erano accatastate circa 200mila cassette, è stata sequestrata. Sottoposta a sequestro anche una tettoia in ferro e lamiera ampia 600 metri quadri costruita senza autorizzazioni e un container ad uso abitativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento