Cozze al "sapor di monnezza": fermato pescatore abusivo

Incredibile scoperta dei carabinieri che hanno fermato un pescatore abusivo mentre vendeva delle cozze che erano custodite all'interno dei cassonetti dei rifiuti, sommerse di immondizia, ma pronte per essere vendute

Un pescatore abusivo, pregiudicato, è stato fermato dai carabinieri del servizio navale di Torre del Greco. L'uomo è stato pescato dai militari mentre vendeva, come aveva scritto sul cartello, delle “cozze speciali” e, in effetti, lo erano davvero.

Per sfuggire ai controlli, infatti, le cozze erano custodite all'interno dei cassonetti dei rifiuti, sommerse di immondizia, ma pronte per essere vendute. Il pescatore abusivo di Napoli, le aveva pescate e poi, prima di metterle in vendita, conservate all'interno di cassonetti della spazzatura nei pressi della strada dove aveva installato un banchetto per la vendita al pubblico.

I carabinieri del mare sono rimasti sorpresi e sconvolti quando hanno scoperto le cozze con i rifiuti, quindi hanno immediatamente fermato il pescatore prima che potesse procurare danni gravi alla salute degli acquirenti. Per procedere al sequestro hanno dovuto spostare tutti i rifiuti di cui erano ricoperte.

Per assaggiare la specialità insaporita dalla speciale lavorazione veniva richiesto anche un prezzo elevato: ben 9 euro al chilogrammo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • SKY - Mertens-Napoli, Gattuso sponsor per il rinnovo del belga

Torna su
NapoliToday è in caricamento