Uscita Piscinola: pronta una petizione

L'associazione “Senza Bavaglio” di Claudio Ferrara è pronta a scendere in campo

Tutto pronto per la petizione indetta dall'associazione Senza Bavaglio presieduta da Claudio Ferrara, per richiedere, a chi di competenza, l'immediata rimozione di erbacce che hanno trasformato in giungla l'uscita dell'asse mediano Piscinola, provenendo da direzione Giugliano. "Abbiamo lasciato fare alla politica finora - dichiara Ferrara - ma poiché i fatti dimostrano che i risultati sono stati nulli, ci muoviamo noi". La petizione, come detto nei giorni precedenti, è stata apprezzata ed è  supportata anche da cittadini attivi del quartiere, infatti Gino Marrone e Cinzia Petrosino del Comitato LiberaMente si sono schierati con l'ex assessore per il bene del quartiere.

"Ciò che importa a noi è la sicurezza del quartiere e dei cittadini - dichiara Gino Marrone - e dopo essere venuti a conoscenza di queste denunce, non potevamo non appoggiare Ferrara in questa battaglia, battaglia unicamente a favore dei cittadini". In appoggio a Ferrara, anche un altro ex assessore dell'VIII Municipalità, Enzo De Pompeis, il quale muove pesanti critiche all'attuale amministrazione.

"Ho letto in giro che l'attuale giunta lamenta di non avere soldi e fondi per portare a casa il risultato o risolvere i problemi - dichiara Enzo De Pompeis - ma questo c'è da sempre, anche noi non avevamo soldi, eppure siamo riusciti ad ottenere risultati incredibili, almeno nel caso del mio  assessorato specifico, abbiamo restituito l'Auditorium Cristiano De Andrè alla cittadinanza ed associazioni locali per eventi, risultato sbriciolato in pochissimo tempo dall'attuale amministrazione municipale, per non parlare di altri risultati ottenuti senza risorse; e sottolineo che la nostra giunta, nei casi specifici in cui i problemi da risolvere non erano di competenza municipale, combatteva e li risolveva, anche con gesti estremi, come l'occupazione di stanze istituzionali laddove fosse necessario".

Malcontento generale quindi, diffuso e trasversale nell'VIII Municipalità, è infatti pubblico un post su Facebook del 14 luglio scorso dell'ex assessore dell'attuale giunta Alberto Patruno, il quale informava i cittadini di essere stato sollevato dal suo incarico di assessore, rassicurandoli però che non li avrebbe abbandonati; in risposta a questo post, arriva il commento al vetriolo di Giovanni Di Guida, un altro ex assessore sempre dell'attuale amministrazione che oltre a dargli solidarietà, dichiara pubblicamente che secondo lui, nel'attuale municipalità le persone perbene non vanno bene e prosegue dicendo che i cittadini stanno rimpiangendo l'ex presidente Pisani e quindi in automatico, di conseguenza anche la sua giunta. 

Segue il commento sul post: "Caro Alberto in questa municipalità le persone perbene non vanno bene. Comunque meglio stare fuori da questo teatrino. I cittadini stanno rinpiangendo il presidente Pisani"; il commento di Di Guida ha avuto un MI PIACE dall'attuale consigliere della maggioranza Amleto De Vito, e sotto un altro commento di un noto personaggio del mondo politico Nino Bocchetti, cita quanto segue: "Un abbraccio Alberto, non meriti questo. Purtroppo piccoli uomini fanno piccole cose meschine. Tu sei un grand'uomo".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Donna trovata morta sul letto, legata e imbavagliata: ipotesi rapina

  • Cronaca

    Dramma della solitudine, uomo trovato morto in casa

  • Cronaca

    Sgominata banda di rapinatori di supermercati: sei i colpi messi a segno

  • Cronaca

    Soldi e gioielli in casa: nei guai figlio del boss

I più letti della settimana

  • Violenza sul lungomare, maxi rissa davanti ai bambini

  • Gioca 1 euro su cinque numeri: vinto un milione di euro a Volla

  • Ritrovata Alessia Ciccone, era in un appartamento a Nola

  • Gennaro Rega si spegne giovanissimo, lutto a Brusciano

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 25 al 29 marzo

  • Spaventoso incendio a Castellammare, in fiamme azienda di cosmetici

Torna su
NapoliToday è in caricamento