Uscita Asse Mediano di Piscinola: i cittadini si ribellano

Diverse voci autorevoli del quartiere si sono uniti all'appello dell'associazione “Senza Bavaglio”

Poteva sembrare una semplice polemica politica, ma in realtà la vicenda dell'erba ormai divenuta giungla all'uscita dell'asse mediano Piscinola, è diventato un argomento di interesse comune a tutti i cittadini dell'VIII Municipalità, cittadini di diverso ceppo sociale e pensiero politico, che si sono associati al pensiero del Presidente dell'Associazione Senza Bavaglio Claudio Ferrara.

Ad intervenire sulla questione anche Enzo Granato, personaggio storico del quartiere Scampia e del Partito Comunista che, nonostante i diversi pensieri politici si è dato disponibile come cvittadini attivo per risolvere i problemi. Per il signor Granato il Presidente della Municipalità dovrebbe denunciare subito tutto alla Procura della Repubblica e chiedere un appuntamento al sindaco di Napoli, in quanto presidente della Città Metropolitana, ma fino ad oggi questo non è ancora successo, e se fosse successo, secondo Granato, qualcosa non ha funzionato, poichè l'erba è ancora li, e ogni giorno sempre più alta e sulla carreggiata, a mettere in pericolo decine di vite ogni giorno. 

A Granato fa eco Davide Virgilio, giovane imprenditore della zona: "L'uscita dell'asse mediano è una delle più pericolose della città, sei costretto a camminare al centro della carreggiata, per evitare l'erbaccia sia a destra che a sinistra, nella migliore delle ipotesi graffi la macchina con i rami, nella peggiore rischi incidenti che possono sfociare in tragedie". Secondo Davide, giovane imprenditore del quartiere, giorno dopo giorno Scampia e tutta l'VIII Municipalità sta diventando un cane che si morde la coda, dichiarando che ormai è diventato un  quartiere dove mancano  tutti i servizi per i cittadini, dai più importante ai più banali. 

In serata, anche un'altra nota attivista del quartiere, Cinzia Petrosino, ha dichiarato che il suo pensiero è congruo a quello ell'ex assessore Ferrara, lo ha fatto condividendo un articolo accompagnato da una frase che chiariva che quello è anche il pensiero del comitato LiberaMente, comitato cittadino in cui la donna è molto attiva insieme a Gino Marrone. Una situazione insomma che ha unito e sta  unendo tutti i cittadini di Scampia prescindere di quello che è il loro pensiero politico, che con grande senso civico hanno messo i problemi del quartiere davanti a tutto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

  • Lieto fine per il 30enne scomparso da Napoli: è stato ritrovato

Torna su
NapoliToday è in caricamento