Entra in una cabina in treno e si masturba guardando due donne: multato 35enne

Protagonista un 35enne algerino che, a bordo di un regionale diretto da Roma a Napoli, è entrato in una cabina e si è masturbato davanti a due donne. E' stato sanzionato per 10mila euro dalla Polfer

Mentre viaggiavano a bordo di un treno regionale che da Roma Termini conduce nella stazione di Napoli Centrale, due donne sono rimaste vittima delle attenzioni libidinose di un trentacinquenne nigeriano. L’uomo, nel tardo pomeriggio di ieri, poco dopo la partenza del treno dalla Stazione di Aversa, è entrato nella carrozza dove viaggiavano le due donne e, sedutosi sul sedile davanti a loro, dopo aver messo le mani nei pantaloni della tuta,  ha iniziato a masturbarsi guardandole intensamente negli occhi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le signore, impaurite, hanno immediatamente lasciato la carrozza alla ricerca di altri viaggiatori lungo il convoglio. Il trentacinquenne però ha deciso di seguirle fino all’ultima carrozza dove le donne, spaventate, si sono rivolte agli astanti, tra cui un poliziotto, e al capotreno che ha immediatamente avvisato la Polfer di Napoli Centrale. All’arrivo del treno in stazione, gli agenti hanno immediatamente bloccato e identificato lo straniero al quale è stata contestata la violazione amministrativa degli atti osceni ed è stata comminata una multa di 10 mila euro.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

Torna su
NapoliToday è in caricamento