Violenza a Castellammare: picchia la moglie e incendia casa

Dopo l'ennessima lite la donna è stata aggredita con calci e pugni e infine è stata colpita con una bottiglia sulla testa. Lesioni guaribili in 3 giorni

Violenze

Nel napoletano un un 36enne, già noto alle forze dell'ordine, ha litigato con la moglie per poi picchiarla e incendiare la casa dove abitavano da tempo.

E' successo a Castellammare di stabia, in via Sant'Eustacchio, dove l'uomo viveva con la moglie, una 34enne.  Dopo l'ennessima lite, la donna è stata violentemente maltrattata con calci e pugni e infine è stata colpita con una bottiglia sulla testa.

Poi l'uomo l'ha fatta allontanare ed ha incendiato la casa.  I vigili del fuoco sono intervenuti quasi da subito, evitando danni ad altre abitazioni e persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna, portata all'ospedale ha riportato lesioni guaribili in 3 gioni dopodichè sarà ospitata a casa della madre. L'uomo è stato bloccato e arrestato, con l'accusa di lesioni, maltrattamenti in famiglia ed incendio doloso. E' ora in attesa del rito direttissimo.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento