Travolte e uccise dal treno della Circumvesuviana: chiesti i danni alla famiglia delle vittime

Per la morte di Maria e Grazia Annunziata, avvenuta nel 2012 a Somma Vesuviana, è in corso un processo per duplice omicidio colposo

Circum

il 30 agosto del 2012 a Somma Vesuviana, sulla linea Ottaviano-Sarno, un treno della Circumvesuviana travolse una Fiat Cinquecento, a bordo della quale viaggiano due sorelle, Maria e Grazia Annunziata, che rimasero uccise.

Dopo aver ricevuto la richiesta di archiviazione firmata dal pm, l'ufficio dell'Eav, come scrive IlMattino, ha scritto ai parenti delle due vittime: "Siamo costretti ad attivare un'azione di risarcimento per i danni subiti dato che nessuna responsabilità è ascrivibile al nostro personale coinvolto nella vicenda ed il funzionamento dei segnalatori era regolare, e che pertanto l'invasione della sede ferroviaria è stata determinata dal mancato rispetto delle segnalazioni ottico acustiche da parte del conducente dell'autovettura, in violazione delle norme del codice della strada ", è la richiesta arrivata ai parenti delle ragazze.

Per la morte di Maria e Grazia Annunziata è in corso un processo per duplice omicidio colposo a carico del conducente, al termine del quale la Procura ha avanzato una richiesta di archiviazione, ma gli avvocati delle due ragazze hanno presentato una richiesta di opposizione, evidenziando la cautela con cui si sono avvicinate a un tragitto privo di protezione e ne sarebbe testimonianza la dinamica dell'incidente.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Tragedia per l'aspirante Miss Italia: il padre muore in un incidente stradale

    • Cronaca

      Video hard della 19enne, il ragazzo preso di mira dalla Lucarelli: "Non sono pentito"

    • Politica

      Renzi: "Bisogna completare il grande progetto della Napoli-Palermo"

    • Cronaca

      San Gennaro: rubati 10mila euro, erano le offerte per il miracolo

    I più letti della settimana

    • Il super vulcano Marsili è attivo: rischio tsnunami in Campania e Calabria

    • Nuovo video a luci rosse in rete, protagonista una napoletana: "Fermatelo"

    • Vesuvio, incubo eruzione: l'appello per scongiurare la possibile catastrofe

    • Nuovo video hot nel napoletano, la Lucarelli: "Ho denunciato tutto alla Polizia"

    • Tragedia stradale a Caivano, perde la vita un centauro

    • Giardiniere e miliziano Isis: spunta un nuovo nome dal processo a Fatima

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento