menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Travolte e uccise dal treno della Circumvesuviana: chiesti i danni alla famiglia delle vittime

Per la morte di Maria e Grazia Annunziata, avvenuta nel 2012 a Somma Vesuviana, è in corso un processo per duplice omicidio colposo

Circum

il 30 agosto del 2012 a Somma Vesuviana, sulla linea Ottaviano-Sarno, un treno della Circumvesuviana travolse una Fiat Cinquecento, a bordo della quale viaggiano due sorelle, Maria e Grazia Annunziata, che rimasero uccise.

Dopo aver ricevuto la richiesta di archiviazione firmata dal pm, l'ufficio dell'Eav, come scrive IlMattino, ha scritto ai parenti delle due vittime: "Siamo costretti ad attivare un'azione di risarcimento per i danni subiti dato che nessuna responsabilità è ascrivibile al nostro personale coinvolto nella vicenda ed il funzionamento dei segnalatori era regolare, e che pertanto l'invasione della sede ferroviaria è stata determinata dal mancato rispetto delle segnalazioni ottico acustiche da parte del conducente dell'autovettura, in violazione delle norme del codice della strada ", è la richiesta arrivata ai parenti delle ragazze.

Per la morte di Maria e Grazia Annunziata è in corso un processo per duplice omicidio colposo a carico del conducente, al termine del quale la Procura ha avanzato una richiesta di archiviazione, ma gli avvocati delle due ragazze hanno presentato una richiesta di opposizione, evidenziando la cautela con cui si sono avvicinate a un tragitto privo di protezione e ne sarebbe testimonianza la dinamica dell'incidente.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Agguato in via Catone: muore in ospedale un 37enne

    • Cronaca

      Stefano, la telefonata alla fidanzata dopo l'incidente: "Sto bene". Poi la fine

    • Cronaca

      Tutti i dettagli dell'arresto di Ciro Nappo

    • Cronaca

      Carla Caiazzo, lacrime e dolore: la toccante intervista a "I Fatti Vostri"

    Torna su