Allarme finti venditori di calzini alla Stazione Centrale: turista drogato e derubato del bancomat

A lanciarlo è la polfer. In manette due malviventi che, lo scorso agosto, presero di mira un romano di 35 anni sottraendogli mille euro

Stazione Centrale

Alla Stazione Centrale è allarme criminalità. Fanno credere di essere venditori abusivi di calzini o di accendini, poi avvicinano i viaggiatori e, in base a chi hanno di fronte, compiono furti, estorsioni e rapine ai loro danni.

A spiegarlo è la polizia ferroviaria in un comunicato, in cui riporta un episodio di questo tipo avvenuto nell'agosto del 2017 e che oggi è giunto all'emissione di due misure cautelari nei riguardi dei presunti malviventi, due pregiudicati di 29 e 40 anni.

Vittima della vicenda un turista romano di 35 anni. Si trovava in stazione, parlando al telefono con la madre a proposito della necessità di trovare una stanza per la notte. Ascoltata la telefonata un finto venditore di calzini gli offrì il suo aiuto. I due raggiunsero quindi un'altra persona, portandosi poi presso un hotel poco distante.

Risvegliatosi nella camera d'albergo, il turista notò sul comodino il proprio bancomat. Ancora frastornato, sotto l'effetto di qualche sostanza assunta al bar dove i due uomini l'avevano portato, scoprì che oltre mille euro gli erano stati prelevati dal conto, da lì le denuncia alla polfer.

Le indagini, portate avanti attraverso anche le riprese di videosorveglianza della stazione, hanno quindi condotto all'identificazione dei due presunti malviventi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Sacchi: "Nella difesa del Napoli solo Di Lorenzo si muove in modo organico e sinergico"

Torna su
NapoliToday è in caricamento