Truffe agli anziani a Portici: scoperto grazie a un controllo in strada

Secondo gli investigatori, in estate aveva messo a segno cinque truffe

Stamattina gli agenti del commissariato di Portici hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della locale procura della Repubblica, nei confronti di un 38enne napoletano con precedenti di polizia, per truffa in danno di persone anziane.

L’uomo è gravemente indiziato di cinque episodi di truffa aggravata, avvenuti nell'agosto scorso quando, approfittando della scarsa difesa delle vittime ultraottantenni, si è prima spacciato telefonicamente per il "nipote” in difficoltà, ed in seguito si è presentato a casa degli anziani in qualità di "corriere” a cui dovevano essere consegnate le somme di denaro richieste.

La svolta dell'indagine è avvenuta nell'ottobre scorso durante un controllo a uno scooter avvenuto in via Libertà a Portici poiché i poliziotti hanno notato nel conducente una forte somiglianza con la persona che nel mese di agosto aveva consumato diverse truffe in città e che, in più occasioni, era stata ripresa  dalle telecamere di videosorveglianza  installate presso i luoghi di residenza delle vittime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento