Comprano una pigiatrice online ma invece di pagare chiedono e ottengono denaro

Due denunce per la truffa online dello sportello postale: tra questi un residente a Massa di Somma. I due avevano acquistato una pigiatrice per uva e guidato il venditore allo sportello postale

I Carabinieri di Longare (provincia di Vicenza) hanno denunciato per il reato di truffa in concorso un 31enne residente a Massa di Somma e un 27enne originario del Bangladesh residente a Padova. I due, nelle scorse settimane, avevano contattato un 55enne residente a Nanto (Vicenza) che aveva messo in vendita una pigiatrice per l'uva, del valore di 200 euro. Definita la trattativa l'uomo è stato invitato a recarsi a uno sportello postale, convinto di ricevere i soldi invece ha effettuato una ricarica di mille euro a uno dei due indagati. I due si rendevano poi irreperibile.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento