Treni Caserta-Via Aversa? Un carro bestiame, e guai a sentirsi male

La denuncia di un lettore: "Malore per una bambina probabilmente per il forte caldo sulle carrozze, troppo tempo per aprire i finestrini. E pago 1,60 euro per viaggiare in queste condizioni"

Treno

"Vorrei segnalare la situazione di difficoltà per chi, come me, ogni giorno o quasi usa i treni della linea Caserta Via Aversa. Questa mattina, ore 8,46: salgo sul treno dalla stazione di Casoria. Vagoni pienissimi, un carro bestiame.

Quindici minuti di terrore. Una bambina, poco distante da me, si sente male probabilmente per il forte caldo sulle carrozze, giramenti di testa, tanta paura per la mamma. Il capotreno è impossibilitato a raggiungere la piccola per via della troppa gente, ed ecco un passaggio di mano in mano delle chiavi per aprire i finestrini (chiusi perché in quelle carrozze dovrebbe esserci l’aria condizionata. Dovrebbe).

Idem per qualche bottiglietta di acqua gentilmente offerta dai pendolari dei vari vagoni. Dimenticavo: il biglietto della mia fascia costa 1,60 euro. E c’è chi, da Caserta, paga ovviamente di più. Ma qualcuno non si vergogna di tutto questo?".
Angelo

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • L'Amica Geniale 2, le anticipazioni sugli episodi 3 e 4

  • Coronavirus, è epidemia sulla Diamond Princess: tornano a casa i campani a bordo

Torna su
NapoliToday è in caricamento