Traffico e riapertura delle scuole: piazza Mazzini nel caos

"L'atavico blocco in piazza Mazzini che ad ogni ora del giorno crea lunghissime ed estenuanti code di traffico in via Salvator Rosa fino a via Girolamo Santacroce", denuncia Attanasio

Via S.Rosa (Foto Attanasio)

Con la riapertura delle scuole piazza Mazzini ripiomba nel caos, snodo nel quale circolano ogni giorno circa 20mila auto al giorno come segnalato a NapoliToday in un'intervista da Francesco Chirico, presidente della municipalità.

Dal canto suo, Carmine Attanasio propone una soluzione: "Anno nuovo(scolastico), vita vecchia. Mi riferisco all'atavico blocco in piazza Mazzini che ad ogni ora del giorno crea lunghissime ed estenuanti code di traffico in via Salvator Rosa fino a via Girolamo Santacroce. Da anni chiedo di sperimentare una proposta che, a mio parere, risolverebbe la questione del traffico e dell'inquinamento in quella zona. Ho fatto interrogazioni, interventi in aula consiliare, incontri con gli assessori che si sono succeduti ed, un anno fa, anche un sopralluogo con i tecnici dell'assessorato in piazza Mazzini, senza risultati. La settimana scorsa, solo per caso, sono venuto a conoscenza del fatto che gli stessi uffici stavano lavorando alla sciagurata ipotesi, già sperimentata decenni fa, di far salire tutto il traffico per la strettissima via Imbriani e far diventare via Salvator Rosa a senso unico. Una vera follia che fa il pari alla follia proposta da qualcuno di creare una rotonda a piazza Mazzini. Il mio deciso intervento, con svariati incontri all'assessorato in poche ore, sembra aver scongiurato questa ipotesi. Ho chiesto di risolvere la questione lasciando in piazza Mazzini il semaforo lampeggiante h24, anche dopo le dieci del mattino, facendo rispettare il divieto di sosta che vige in via Salvator Rosa da piazza Mazzini fino all'incrocio con via Imbriani. Inoltre ho chiesto di inibire lo scarico e carico delle merci in quel tratto nelle ore di punta. Bisogna creare in città "assi di scorrimento veloce" dove dev'essere categoricamente vietata la sosta sulla sede stradale attraverso la rimozione forzata e l'applicazione delle "ganasce", bisogna garantire una veloce mobilità ai mezzi pubblici e ridurre i tempi di attesa alla fermate. Nessuno si preoccupa della "quotidianità" della gente. Il disservizio pubblico propone "carri bestiame" che si muovono alla velocità media di 20km/h. Bisogna liberare gli "assi strategici di scorrimento" e gli incroci principali dalle auto in sosta. Sono quattro anni e mezzo che lo dico e lo grido in Consiglio", afferma Carmine Attanasio, consigliere del Pd.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

Torna su
NapoliToday è in caricamento