Tina Rispoli in aula per il processo sull'omicidio del marito, il pm: “Mente”

L'attuale moglie di Tony Colombo è stata chiamata a testimoniare nel processo sulla morte del boss Gaetano Marino

Il suo passato sembra rincorrerla e non volerla lasciare nemmeno adesso che ha detto di voler cambiare vita. Tina Rispoli, la moglie del cantante neo-melodico Tony Colombo, diventata famosa proprio per questa relazione e per lo sfarzo del matrimonio, è stata chiamata a deporre nel processo per l'omicidio di Gaetano Marino, il boss delle Case Celesti, suo primo marito. La donna è stata convocata dinanzi alla Corte d'Assise di Latina per deporre rispetto al delitto di Terracina del 23 agosto 2012. La sua non è stata la deposizione che la procura antimafia si aspettava visto che il sostituto procuratore ha anche chiesto l'incriminazione per falsa testimonianza al termine della stessa.

La testimonianza 

La donna ha raccontato in maniera laconica quel giorno sul litorale pontino dicendo di non sapere di cosa si occupasse il marito. Circostanza ritenuta non veritiera dal pm visto che il marito defunto era il boss delle Case Celesti ed era impossibile non accorgersi di cosa si occupasse. Per Tina quella era solo una semplice vacanza ed è stata evasiva anche rispetto alle frequentazioni del marito. Tutt'altri dettagli si attendono nel corso della prossima udienza quando verranno ascoltati i collaboratori di giustizia Giuseppe Ambra e Pasquale Riccio. Alla sbarra ci sono i quattro che hanno scelto di essere giudicati con rito abbreviato per quel delitto. Si tratta di Arcangelo Abbinante, Salvatore Ciotola, Giuseppe Montanera e Carmine Rovai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento