Terra dei fuochi, la Commissione europea: "Abbiamo fatto tutto il possibile"

Il commissario Ue all'ambiente Karmenu Vella: "Sono molto preoccupato per la situazione ambientale in Campania e per il suo impatto sulla salute pubblica"

La Commissione europea ha fatto tutto ciò che le consentivano le sue competenze per cercare di risolvere il problema della Terra dei fuochi e "non c'è nient'altro che possiamo fare in accordo con la legislazione comunitaria". Così il commissario Ue all'ambiente Karmenu Vella ha risposto oggi - intervenendo davanti all'Europarlamento riunito in seduta plenaria a Strasburgo - ad un'interrogazione sulla Terra dei Fuochi presentata dall'eurodeputato M5S Piernicola Pedicini.

Vella si è detto "molto preoccupato per la situazione ambientale in Campania" e per il suo impatto "sulla salute pubblica", in particolare per "l'anormale" incidenza dei tumori nell'area, come per le infiltrazioni mafiose nella "gestione dei rifiuti".

Il Commissario ha chiarito, ricordando le procedure di infrazione e le iniziative intraprese, che Bruxelles nell'ultimo decennio "ha fatto pieno uso dei suoi poteri per correggere la situazione. Mi sembra corretto dire che il trattamento dei rifiuti in Campania è migliorato dalla crisi del 2007".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

  • Lieto fine per il 30enne scomparso da Napoli: è stato ritrovato

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Agguato di camorra sui Monti Lattari: ucciso Antonino Di Lorenzo

Torna su
NapoliToday è in caricamento