Tenta estorsione a Frattamaggiore: in manette uomo dei Pezzella

Il 30enne ha provato ad estorcere denaro alla ditta che stava realizzando i lavori di manutenzione del manto stradale

Insieme ad altre persone, ha provato ad estorcere soldi alla ditta che stava eseguendo i lavori di manutenzione stradale a Frattamaggiore. È finito con l'arresto, il tentativo di estorsione di B.C., ritenuto dagli investigatori vicino al clan Pezzella di Cardito. Il 30enne è accusato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. L'arresto è stato chiesto ed ottenuto dalla Dda napoletana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo, secondo la ricostruzione degli investigatori, si era recato sul cantiere intimando il pagamento del pizzo al proprietario della ditta destinataria dell'appalto. In particolare ha minacciato gravi ripercussioni se “non avesse sistemato la faccenda” rivolgendosi sia a lui che ai dipendenti. Una chiara intimidazione di stampo mafioso che gli è costata l'arresto e la detenzione nel carcere napoletano di Secondigliano in attesa di comparire dinanzi al Gip del tribunale di Napoli per l'interrogatorio di garanzia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento