Apple a Napoli, tecnici in missione per scegliere la sede

Sceglieranno entro 30 giorni. Quattro i luoghi candidati: la sede Federico II a San Giovannio, l'area ex Nato a Bagnoli, l'ex manifattura tabacchi in via Brin e la Porta del Parco sempre a Bagnoli

I tecnici della Apple sono stati di nuovo a Napoli. Accompagnati dallo staff della Presidenza del Consiglio, negli ultimi due giorni hanno visionato le possibili location utili al nuovo centro sviluppo applicazioni della multinazionale.

Sono quattro i luoghi papabili. L’università Federico II a San Giovanni a Teduccio, l’area ex Nato a Bagnoli, più due new entry, ovvero l’ex manifattura tabacchi in via Brin e la Porta del Parco sempre a Bagnoli. Gli americani sono arrivati in città l’altro ieri e nei due giorni di permanenza hanno visitato questi quattro luoghi.

Ora hanno trenta giorni per dare la risposta definitiva.

Il programma nei due giorni di sopralluoghi è stato particolarmente fitto. Mercoledì tappa negli spazi dell’ex Cirio a San Giovanni, struttura universitaria inaugurata lo scorso aprile. Poi è toccato all’ex manifattura tabacchi a via Brin e alla Porta del parco, la criticata struttura bagnolese più volte inaugurata e mai entrata in funzione.

Venerdì intera mattinata nell’ex base Nato, che i militari hanno lasciato nel 2013, con grandi spazi già cablati e possibilità di ospitare un gran numero di persone: sicuramente la "candidata" che per ora sembrerebbe avere il favore del pronostico.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Traffico di droga e rapine: 62 indagati tra Napoli e Salerno

    • Cronaca

      Il super vulcano Marsili è attivo: rischio tsnunami in Campania e Calabria

    • Chiaia

      Natale a Napoli, un albero di 30 metri sul lungomare

    • Cronaca

      Trovato il cadavere di Ramiro Mottola: il pescatore era scomparso due giorni fa

    I più letti della settimana

    • Torna l'ora solare: lancette indietro, si dorme un'ora in più

    • Nuovo video a luci rosse in rete, protagonista una napoletana: "Fermatelo"

    • Vesuvio, incubo eruzione: l'appello per scongiurare la possibile catastrofe

    • Tragedia stradale a Caivano, perde la vita un centauro

    • Nuovo video hot nel napoletano, la Lucarelli: "Ho denunciato tutto alla Polizia"

    • Maria Rosaria diventa madre a 61 anni: "È stata una gravidanza tranquilla"

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento