Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Tangenziale, ecco i motivi dell'intervento

I vertici della società ascoltati in commissione Trasporti del Comune di Napoli: "Dobbiamo ripristinare le parti ossidate del viadotto". Brambilla (5 Stelle): "Risposte evasive". L'assessore Calabrese: "Sulla manutenzione qualcuno ha sbagliato"

 

E' stata una riunione accesa, come non se ne vedono spesso in via Verdi, sede del Consiglio comunale di Napoli. I vertici di Tangenziale spa sono stati "interrogati" e ascoltati dalla commissione Trasporti sulle ragioni dei lavori che stanno, di fatto, paralizzando il traffico cittadino. "I ponti vengono controllati almeno una volta all'anno, così come controlliamo i pali della luce e gli svincoli - ha affermato l'ad di Tangenziale Riccardo Rigacci - Nei nostri controlli periodici abbiamo notato un'anomalia che poteva trasformarsi in una situazione di pericolo e siamo intervenuti". 

Il dirigente ci ha tenuto a precisare come il pericolo fosse solo potenziale e come il viadotto sia assolutamente sicuro. I lavori potrebbero essere completati entro Natale, anche se di questo non vi è certezza. Parole che non sono bastate ai consiglieri comunali. Il grillino Matteo Brambilla è stato tra i più critici: "Dovete rispondere alle domande e dovete dirci perché è stato necessario intervenire. Dovete dirci, inoltre, se esiste un problema per il deflusso delle acque che ha portato a questa situazione" ha tuonato contro l'amministratore delegato. "Dobbiamo ripristinare alcune parti del viadotto ossidate" la risposta di Rigacci che, invece, ha evitato di rispondere alla domanda sul deflusso delle acque. 

Non soddisfatto nemmeno l'assessore alla Viabilità Mario Calabrese, docente di ingegneria alla Federico II: "Tangenziale incassa 80 milioni all'anno ed è tenuta per legge a occuparsi della manutenzione. Se siamo arrivati a questo punto è perché devono esserci state delle mancanze da parte della società nell'ambito della manutenzione. Mancanze di cui, però, l'azienda non ci parla". 

La commissione ha chiesto ai dirigenti della Spa di consegnare al Comune la documentazione dell'intervento: "Non mi ritengo soddisfatto dalle parole - ha concluso il presidente della commissione Nino Simeone - vediamo che cosa dicono i documenti che ci invieranno e poi faremo le nostre valutazioni. Di certo possiamo dire che il ponte è sicuro per gli automobilisti". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento