Tangenziale, l'ad Rigacci: "Ponte sicuro. Contiamo di finire i lavori entro Natale"

L'amministratore delegato di Tangenziale ha fatto il punto sui lavori nel corso della riunione della Commissione comunale Infrastrutture e Trasporti

"Il viadotto Capodichino è sicuro e contiamo di terminare i lavori entro Natale". Così Riccardo Rigacci, l'amministratore delegato di Tangenziale di Napoli s.p.a., nel corso dell'ultima riunione della Commissione comunale Infrastrutture e Trasporti, presieduta da Nino Simeone, ha fatto il punto sui lavori.

"Il ponte non ha problemi di sicurezza. Venerdì abbiamo effettuato un sopralluogo congiunto insieme al Miinistero dei Trasporti. Da quel momento lì abbiamo iniziato una serie di attività per sottoporre il ponte ad un vero e proprio check up e queste attività sono quasi in fase di completamento. Il cantiere è attivo, ci sono tre imprese impegnate sul campo che stanno eseguendo interventi di manutenzione, e una di queste sta progettando anche un nuovo sistema di smaltimento delle acque. La chiusura notturna dello svincolo Corso Malta è necessaria per eseguire queste operazioni. Stiamo valutando se proporre al Mit soluzioni di cantierizzazione alternative. Il viadotto ha situazioni puntuali di degrado, ma si tratta di un viadotto curato constantemente con la giusta attenzione. Entro lunedì avremo il progetto per il completamento dell'opera, per poi effettuare ulteriori approfondimenti. In Tangenziale dobbiamo essere molto sicuri in termini di infrastrutture, anche in virtù di quanto accaduto a Genova nel 2018. Contiamo entro Natale di completare tutti i lavori. Su quel ponte si lavora giorno e notte, anche nel fine settimana. Siamo consapevoli dell'impatto sulla viabilità cittadina del viadotto Capodichino", ha spiegato Rigacci.

TANGENZIALE DI NAPOLI, I MOTIVI DELL'INTERVENTO

"Su Tangenziale di Napoli c'è da decenni una attività di sorveglianza e monitoraggio costante da parte di tecnici ed ingegneri. Ponti, gallerie, cavalcavia, pali e tutta l'impiantistica sono controllati ed ispezionati annualmente con accuratezza. Se durante questi controlli emerge qualche anomalia, adottiamo delle contromisure in termini di sicurezza. Nessun bullone o pezzo di calcestruzzo è cascato. Si è resa necessaria una misura cautelativa per effettuare interventi di ripristino di alcune zone ossidate all'interno del viadotto Capodichino. I controlli ci hanno indotto in via cautelativa ad adottare questa misura, proprio perchè li effettuiamo. Negli ultimi 10 anni tangenziale ha investito 68 milioni di euro in manutenzione", ha aggiunto l'ad Rigacci. 

Sospensione pedaggio e cassa integrazione lavoratori

"La sospensione del pedaggio, prevista fino alle 23,59 del 5 novembre, è stata richiesta dal Ministero. Noi la abbiamo accolto, anche in concomitanza con il ponte di Ognissanti. Per quanto riguarda la cassa integrazione per 184 lavoratori, ci siamo avvalsi di strumenti previsti dalla legge, peraltro condivisi dai sincacati, essendo per noi un settore rilevante quello impegnato nell'esazione", ha chiarito l'amministratore delegato di Tangenziale.

Concessionari pubblici

"I concessionari nel nostro Paese - ha spiega il presidente dell'Anac Raffaele Cantone intervenendo a Radio Crc sull'argomento Tangenziale - si comportano da proprietari più dei proprietari stessi, e non c'è nessuno che li controlla. Tutto ciò che accade è il frutto di una crisi della politica. Esistono degli strumenti per verificare se ci siano, all'interno dei cantieri, delle estorsioni, non diamo sempre la colpa alle istituzioni. In questo Paese nessuno crede davvero ai tempi che vengono dati, infatti quando vengono rispettati fanno notizia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento