Studentessa violentata in Sardegna: arrestato un venditore di cocco napoletano

L'accusato si difende dicendo che sì, i due si erano conosciuti in spiaggia e poi una sera si erano rivisti, ma che il rapporto – consumato in un'auto – era consenziente

Trent'anni, napoletano, è l'uomo arrestato con l'accusa di aver violentato una 20enne di Arezzo mentre questa era in vacanza in Sardegna. Si tratta di un venditore ambulante di cocco, arrivato sull'isola per la stagione estiva.

Il presunto stupratore è stato trasferito nel carcere di Lanusei. Intanto nell'incidente probatorio davanti al gip di Nuoro, Mauro Pusceddu, la vittima assistita ha confermato la sua tesi, peraltro secondo gli investigatori confortata anche da altre evidenze e da alcune testimonianze.

L'accusato si difende dicendo che sì, i due si erano conosciuti in spiaggia e poi una sera si erano rivisti, ma che il rapporto – consumato in un'auto – era consenziente.

La ragazza ha raccontato la vicenda ai carabinieri due ore dopo il fatto, incoraggiata da un'amica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Ex calciatori italiani a rischio povertà, l'ex Napoli Stendardo lancia l'allarme

  • Nuova allerta meteo gialla su Napoli e provincia per 24 ore

  • Pioggia e vento su Napoli e Campania, prorogata l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento