I segreti di Port'Alba tra omicidi, librerie e la pizzeria più antica del mondo

La porta fu aperta andando a sostituire un torrione, al fine di agevolare il passaggio della popolazione che aveva in realtà già realizzato una piccola apertura nel muro

Port'Alba

Port'Alba è un'antica porta della città, ubicata sul lato sinistro di largo Mercatello, conosciuto ai giorni nostri come piazza Dante.

A farla erigere nel 1625 fu il vicerè spagnolo Don Antonio Álvarez de Toledo, duca d'Alba e discendente di Don Pedro de Toledo, da cui poi trasse anche il nome.

La porta fu aperta andando a sostituire un torrione, al fine di agevolare il passaggio della popolazione che aveva in realtà già realizzato una piccola apertura nel muro per passare da una parte all'altra della città.

L'architetto Pompeo Lauria fu incaricato dal Duca d'Alba di costruirla, aprendo un passaggio nel torrione, decorandolo anche con gli stemmi e così nacque Port'Alba, Nel 1656 il pittore Mattia Preti decorò la porta con alcuni affreschi, raffigurando nel dettaglio la Vergine con San Gennaro e San Gaetano e i moribondi appestati,

Nelle vicinanze di Port'Alba sono avvenuti eventi delittuosi: il più clamoroso fu nel 1668 l'assassinio di Cesare d'Aquino, principe di Pietrelcina.

I lavori di rifacimento e di ampliamento della porta, così come la conosciamo attualmente, furono realizzati nel 1797. Port'Alba è conosciutissima per le sue librerie, alcune collocate in edifici del '700 e costituisce il punto iniziale del decumano maggiore che congiunge piazza Dante con piazza Bellini.

Di fronte poi alla storica pizzeria Port'Alba, la prima al mondo, sorta nel 1738, c'è una targa posta nel 1796 dove si avvisava la cittadinanza che qualora venditori ambulanti si fossero posizionati sulla via ostruendo il passaggio di carrozze e cavalli sarebbero dovuti essere puniti con un'ammenda.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni europee, passo indietro di de Magistris: "Nostra lista? Difficile"

  • Cronaca

    Luca Abete, violento meme su di lui: "Sul web i vigliacchi si sentono eroi di Gomorra"

  • Cronaca

    Tragedia Solfatara: la verità dalla perizia davanti al Gip

  • Cronaca

    "Mio figlio di 9 anni agganciato da un pedofilo": la storia del neomelodico Torri

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni (giorno per giorno) dal 18 al 22 febbraio

  • La camorra a Napoli e provincia: tutti i clan. “Comandano i giovani”

  • Claudio Volpe morto a Poggioreale, il sit-in all'esterno del carcere

  • Maxi incendio a Casoria, colonna di fumo visibile anche a Napoli

  • Serena Rossi si commuove a Domenica In: proposta di matrimonio in diretta tv

  • Reflusso gastroesofageo, cosa mangiare e cosa evitare: i consigli

Torna su
NapoliToday è in caricamento