Scritte vandaliche sulla statua in piazza Bovio, al via la rimozione

L'intervento sarà realizzato dalla restauratrice Maria Rosaria Vigorito. Il Comitato per la Tutela e la Salvaguardia di Piazza Bovio si è fatto carico degli oneri ecomici e organizzativi connessi all'intervento

La statua di Piazza Bovio

Al via, mercoledì 10 aprile, i lavori di rimozione delle scritte vandaliche dal basamento e dalla statua di Vittorio Emanuele II in Piazza G. Bovio (Piazza Borsa). L'intervento sarà realizzato dalla restauratrice dott. Maria Rosaria Vigorito della “TECNI KOS Restauro” che fa parte della A.RE.N. Associazione Restauratori Napoletani, dunque da professionista qualificata che sarà in grado di restituire al monumento la dignità violata da alcuni studenti, da qualche parte definiti di scarsa sensibilità civica, durante le manifestazioni studentesche dell'ottobre scorso. La dottoressa Vigorito ha già curato l'analoga rimozione di scritte dal basamento del campanile della Basilica di S. Chiara, anch'esso a suo tempo vandalizzato e violentato da scritte di ogni genere.

Il Comitato per la Tutela e la Salvaguardia di Piazza Bovio si è fatto carico degli oneri ecomici e organizzativi, connessi all'intervento, nell'intento di salvaguardare la dignità della piazza e delle vie circostanti, considerazione questa che è alla base delle motivazioni dell'Associazione stessa.

Il Direttivo del Comitato desidera ringraziare a tal proposito la II Municipalità e il suo Presidente Francesco Chirico per lo spirito di collaborazione dimostrato per il superamento delle difficoltà organizzative. Il Direttivo del Comitato desidera segnalare l'evento a tutti i soci, ai simpatizzanti ed alla popolazione tutta che frequenta la nostra piazza, ricordando che solo la collaborazione e la partecipazione di tutti può consentire una attenta opera di tutela del sito.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

Torna su
NapoliToday è in caricamento