Perseguitarono una donna fino a incendiarle l'auto: quattro arresti

In manette con l'accusa di stalking e incendio doloso. Avevano anche calunniato la vittima

Questa mattina, a Boscoreale, Pompei e Boscotrecase, i carabinieri della stazione di Boscoreale hanno eseguito un'ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal Gip di Torre Annunziata, su richiesta della procura oplontina, nei confronti di quattro indagati ritenuti gravemente indiziati di concorso nei reati di stalking, incendio doloso, detenzione di sostanze stupefacenti, materiale esplodente e di calunnia aggravata. 

In particolare, l'attività investigativa, coordinata dalla procura di Torre Annunziata, e avviata a seguito della denuncia di una donna, che aveva subito l'incendio di alcune autovetture di sua proprietà all'interno del cortile della propria abitazione, ha consentito di documentare una lunga serie di condotte criminali tutte dirette ad "annientare" le vittime, anche strumentalizzando l'amministrazione della giustizia. Infatti, grazie alla complessa rete di accertamenti tecnici attuata dagli inquirenti, sono stati individuati gli autori di quella che era una vera e propria escalation criminale volta a danneggiare le vittime. L'esecuzione della misura cautelare ha di fatto liberato le vittime dalla morsa di gravissimi atti persecutori, fatti di danneggiamenti aggravati, minacce, calunnie ed attentati dinamitardi, che avevano sconvolto l'esistenza delle vittime soggiogate dal sentimento di paura. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento