Spari al ristorante: condannato uomo del clan

Otto anni di carcere per tentato omicidio a Luigi Mansi, ritenuto vicino al clan Gallo-Limelli-Vangone

Otto anni di reclusione. È questa la condanna che il tribunale di Torre Annunziata ha inflitto a Luigi Mansi, pregiudicato vicino al clan Gallo-Limelli-Vangone, condannato per tentato omicidio. Il 49enne è finito a processo per i fatti dello scorso 19 giugno quando ferì, nel corso di una sparatoria, un 46enne di Striano. Tutto partì con una lite in un ristorante della Panoramica di Boscotrecase tra due famiglie impegnate nei festeggiamenti di due ricorrenze private.

Lite che degenerò quando vennero esplosi i colpi di pistola che ferirono il 46enne. Nel corso del processo la vittima riconobbe in aula il suo feritore. Il pubblico ministero Antonella Lauri aveva invocato per l'imputato una condanna a otto anni e sei mesi di reclusione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Orrore in caserma, carabiniere suicida a Miano

  • Cronaca

    Dolori lancinanti all'addome: in ospedale le rimuovono una cisti di 13 kg

  • Cronaca

    Scontri Inter-Napoli, condannati sei ultrà

  • Economia

    Aumenta la tassa di soggiorno, scatta la protesta degli albergatori

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 marzo (giorno per giorno)

  • Terremoto, sciame sismico di decine di scosse tra Napoli e Pozzuoli

  • Napoletano esordisce a soli 16 anni in Europa League, il papà: "Ho un messaggio per De Laurentiis"

  • Piano per il lavoro Regione Campania, on line la tabella dei profili richiesti

  • "Sciopero per il clima", domani in corteo anche gli studenti napoletani

  • Paura a Pomigliano, rapina a mano armata nell'ufficio postale

Torna su
NapoliToday è in caricamento