Sparatoria Duchesca, quattro fermati: due sono del clan Mazzarella

Si cerca una quinta persona che ha partecipato al raid del 4 gennaio in cui è rimasta ferita anche una bimba

I fermati sono Gennaro Cozzolino (39), Valerio Lambiase (28), Luciano Rippa (33), Gennaro Vicedomine (25). Si cerca anche una quinta persona. Secondo quanto dichiarato dagli inquirenti, è Cozzolino che ha materialmente esploso i colpi d'arma da fuoco che hanno ferito i cittadini senegalesi e la bambina. Lambiase - fratello di una persona uccisa nel 2015 in seguito ad un regolamento di conti - era armato invece di mazza da baseball.

Sparatoria al mercato della Duchesca (1)-2

Gli altri due fermati sono venditori ambulanti del mercato in cui è avvenuto il raid. Mentre Cozzolino e Lambiase sono considerati vicini al clan dei Mazzarella, e la loro azione era una ritorsione per il pizzo non pagato (30 euro a settimana secondo gli inquirenti), gli altri due erano stati convinti dai primi che gli stranieri obiettivo del raid li stessero - attraverso prezzi più bassi - danneggiando economicamente.

IL COMMENTO DI DE MAGISTRIS / FOTO ANSA
CONTINUA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

Torna su
NapoliToday è in caricamento