Shock al Loreto Mare: spara alla guardia giurata, poi viene fermato

Un 34enne stava litigando con la cognata all'interno dell'ospedale quando è intervenuta la guardia giurata per calmarlo. La minaccia: "Torno e ti sparo". E così è stato

Loreto Mare

I poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura hanno arrestato nella notte un 34enne pregiudicato di Montecalvario, in quanto ritenuto responsabile del reato di lesioni personali dolose aggravate dall’uso di arma e porto illegale di arma da sparo.

L’uomo è accusato di aver sparato ad una guardia particolare giurata in servizio presso il Loreto Mare. Il 34enne stava litigando violentemente con la cognata all’interno dell'ospedale quando la guardia giurata, un 42enne di Melito, è intervenuta per sedare gli animi.

L'uomo è stato allontanato, ma dopo pochi minuti è tornato armato di una pistola e ha sparato alla guardia giurata  colpendolo alla gamba destra per poi fuggire. Il ferito è stato quindi medicato e giudicato guaribile in 10 giorni: il proiettile aveva fortunatamente forato il polpaccio uscendo dal lato opposto a quello di entrata.

L'aggressore è poi fuggito in sella ad un’Honda Transalp, ma vistosi braccato l’ha abbandonata all’interno di un parco di Via Breccia Sant’Erasmo per poi proseguire la fuga a piedi, riuscendo a dileguarsi. Poco più tardi, però, i poliziotti lo hanno trovato sotto casa del fratello e lo hanno bloccato e arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento