Sgarbi shock: "Città della Scienza, per fortuna è bruciata"

"I giovani li porti a Capodimonte, non a città della Scienza, soltanto i coglioni vanno lì. Era un anti museo. Chi butta i soldi lì non capisce nulla", ha affermato il critico d'arte

Vittorio Sgarbi, intervistato dal Corriere del Mezzogiorno, non le manda a dire: "Per fortuna che è bruciata Città della Scienza, sono stati spesi prima dell'incendio e dopo, troppi denari. Fosse bruciato Capodimonte... L'unica cosa di rilievo che c'era custodito al suo interno erano degli Schiele del 1930. A che serviva, i giovani li porti a Capodimonte, non a città della Scienza, soltanto i coglioni vanno a Città della Scienza. Una realtà inutile, di gente senza cultura. Non c'era niente da vedere. Era un anti museo. Chi butta i soldi lì non capisce nulla. L'arte è storia. Non si buttano i soldi in un museo di merda, con un nome di merda".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sgarbi poi se la prende anche con la mostra dell'Impossibile e il Madre: "E' una cagata. I pittori sono possibili. Erano copie del buco del culo. Stessa cosa il Madre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento