Ditta sversava terreno su rifiuti: la scoperta a Pomigliano d'Arco

Sequestrata un'area di 4mila metri quadri. Denunciato il titolare dell'impresa, un 51enne

Immagine d'archivio

Avevano sversato terreno, pare per coprire dei rifiuti che erano stati interrati. A Pomigliano d'Arco i carabinieri forestali hanno interrotto dei lavori di movimentazione terra in un'area di 10mila metri quadri. Una ditta pomiglianese stava depositando e spianando terreno, verosimilmente per ricoprire rifiuti già scaricati nell’area.

Dal controllo della documentazione – spiegano i militari – è stato accertato che i lavori erano abusivi e non c'erano certificati che chiarissero il tipo e la provenienza del terreno depositato, considerato quindi come rifiuto.

Quattromila dei 10mila metri quadri dell'area sono stati sequestrati. Erano per la maggior parte inquinati da rifiuti plastici, guaine bituminose e scarti edili, tutti sversati illecitamente, e dal terreno scaricatovi sopra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contestualmente il titolare dell’impresa, un 51enne di Pomigliano d’Arco, è stato denunciato per gestione illecita e deposito incontrollato di rifiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento