Capodanno, arriva il primo sequestro di ordigni illegali

Due quintali di esplosivi erano nascosti nel sottoscala di 64enne, a Frattamaggiore. L'uomo è il padre di un affiliato ai Pezzella

Il Capodanno come di consueto arriva in anticipo in città: è di oggi il primo sequestro di fuochi artificiali abusivi. I carabinieri ne hanno sequestrato due quintali, nascosti nel sottoscala di un 64enne a Frattamaggiore.

Si tratta di 171 ordigni esplosivi illegali, realizzati artigianalmente, nonché di 50 kg di botti per i quali sarebbero necessarie particolari autorizzazioni

L'uomo che nascondeva gli ordigni è il padre di un affiliato al clan Pezzella, detto "Tonino 'o riccio". Per catalogare e portare via in sicurezza quanto sequestrato si è reso necessario l’intervento degli artificieri,

Potrebbe interessarti

  • Le tignole: cosa sono e perché è meglio non averle in casa

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

  • Rosmarino: cosa sapere di questa pianta

I più letti della settimana

  • Dramma per una famiglia napoletana in vacanza: 42enne muore mentre fa il bagno

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Dramma in autostrada, motociclista muore decapitato

  • Tragedia a Scalea, muore turista napoletano: "Te ne sei andato troppo presto"

  • Renzo Arbore e il saluto a De Crescenzo: “Lucià ti abbiamo portato a Napoli”

  • Bimbo ingerisce soda caustica: ricoverato in gravi condizioni al Santobono

Torna su
NapoliToday è in caricamento