Il patrimonio segreto dell'ex truffatore: scatta il sequestro da 2 milioni

Undici immobili tra cui nude proprietà, diversi conti correnti. Tutto intestato a cinque persone con redditi minimi: la scoperta delle forze dell'ordine

Ad un 52enne del quartiere di Secondigliano sono stati sequestrati beni per oltre 2 milioni di euro: tra essi, 11 immobili e diversi conti correnti.

Il sequestro preventivo è stato disposto in base al "Codice Antimafia". L'uomo tra il 1982 ed il 2014 si era reso responsabile di diversi reati, tra cui associazione finalizzata alla truffa, furto in abitazione e ricettazione.

Le indagini delle forze dell'ordine hanno fatto emergere l'effettivo patrimonio non dichiarato dall'uomo. Insieme al proprio nucleo familiare, agli occhi degli investigatori, l'uomo mostrava una evidente sproporzione tra il patrimonio personale e quanto derivato dal reddito.

Gli acquisti degli immobili in particolare – secondo gli inquirenti – sono stati effettuati con fondi di provenienza non chiara.

Nel dettagli, nei confronti del 52enne e del suo nucleo familiare (un totale di 5 persone), sono state sequestrate case e in alcuni casi la loro nuda proprietà, nonché locali e box a Secondigliano, oltre che diversi conti bancari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

Torna su
NapoliToday è in caricamento