Casalesi, beni per 100 milioni sequestrati ad un imprenditore affiliato al clan

Secondo gli inquirenti, l'uomo era il punto di riferimento della famiglia Schiavone nel settore del calcestruzzo. Grazie all'accordo con la cosca, aveva ottenuto una posizione dominante nel territorio

Beni sequestrati dalla DIA

La Direzione Investigativa Antimafia di Napoli ha proceduto al sequestrato di beni e consistenze ecominche per 100 milioni di euro appartenenti ad un imprenditore ritenuto affiliato al clan dei Casalesi. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta del direttore della Dia.

L'imprenditore è Alfonso Letizia, 67enne originario di Casal di Principe, mondragonese attivo nel settore della produzione e della vendita del calcestruzzo.

Dato caratteristico della figura dell'imprenditore, specificano gli inquirenti, è la capacità di costruire e mantenere rapporti di cointeressenza e reciproco vantaggio sia con il clan dei casalesi, sia con quelli operanti nella zona mondragonese ove egli abita.

Secondo gli inquirenti, Letizia, attivo nel particolare settore economico era il punto di riferimento del clan dei casalesi, famiglia Schiavone, in quanto metteva stabilmente a disposizione della “famiglia” i propri impianti di produzione del calcestruzzo e le proprie strutture societarie, ottenendo, di contro, dall’organizzazione mafiosa, l’ingresso nel novero delle aziende oligopoliste presenti sul mercato casertano. In particolare l’organizzazione mafiosa, avvalendosi della capacità di assoggettamento e intimidazione derivante dal vincolo associativo, imponeva sui cantieri controllati le forniture di calcestruzzo provenienti dalle loro aziende.

Un "imprenditore colluso", secondo le indagini, entrato in “un rapporto sinallagmatico con la cosca tale da produrre vantaggi per entrambi i contraenti, consistenti per l’imprenditore nell’imporsi nel territorio in posizione dominante e per il sodalizio criminoso nell’ottenere risorse, servizi o utilità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento