Incassi per il clan Polverino: sequestro milionario ad un'azienda

Oltre un milione e mezzo di euro sottratti alle casse dell'azienda che commercializza carne all'ingrosso

La guardia di finanza ha effettuato un sequestro milionario ai danni di un'azienda ritenuta legata al clan Polverino. I militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria hanno sequestrato la somma complessiva di 1.561.775 euro su ordine del Gip Giovanna Cervo del tribunale di Napoli e su richiesta della Direzione distrettuale antimafia. Il sequestro preventivo è avvenuto ai danni di un'azienda che commercializza carni all'ingrosso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'accusa

Secondo gli investigatori la società incassava nonostante fosse posta sotto amministrazione giudiziaria. Proprio i crediti accumulati durante questo periodo sono stati sottoposti a sequestri. Soldi che finivano nelle casse del clan Polverino e che venivano utilizzati per le attività illecite della cosca che opera tra Marano e le città limitrofe. In particolare con quei soldi venivano pagati gli “stipendi” alle famiglie dei detenuti perpetrando il controllo del territorio del clan sulla zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento