Scarichi illegali nelle fognature, albergo sequestrato a Ischia

La struttura ricettiva termale di Forio, inoltre, secondo gli inquirenti somministrava ai clienti fanghi trattati “in spregio alle più elementari regole di igiene e sanità”

Ischia

Violazione della normativa ambientale, falso in autorizzazioni amministrative, somministrazione di medicinali "guasti", occupazione abusiva del demanio marittimo. Sono i capi d'accusa per cui parte di albergo ischitano, in vico IV Fortino a Forio, è stata messa sotto sequestro.
Si tratta dell'area termale e parasanitaria della struttura ricettiva, cui sono stati posti i sigilli così come ad una costruzione adibita a chiosco.

Le indagini, portate avanti dalla Guardia Costiera sono partite dallo sversamento in mare di liquami nella rete Fognaria di Forio, scoperti poi all'interno del porto tra primavera ed estate del 2013. Nell'ambito dell'inchiesta sono state sequestrate già in precedenza 15 strutture alberghiere, che immettevano acqua termale ad alta temperatura nelle condutture pubbliche, senza autorizzazione.

La struttura sequestrata oggi, secondo gli inquirenti, non aveva alcuna documentazione attestante lo smaltimento dei rifiuti e non rispettava la normativa ambientale, sversando le acque reflue industriali nelle fogne. Privo inizialmente di autorizzazione, l'albergo si era successivamente fornito di un certificato poi revocato dopo cinque mesi dall'Ato2 Napoli Volturno perché “risultata illegittima, in quanto emessa sulla scorta di una falsa rappresentazione della situazione di fatto da parte della società che gestisce l'albergo”.

Le indagini hanno inoltre fatto emergere che i fanghi somministrati ai clienti venivano prelevati “in spregio alle più elementari regole di igiene e sanità”, e che - all'interno dell'area demaniale marittima antistante alla struttura alberghiera - era stato realizzato un chiosco abusivo.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Sono molti gli alberghi in campania e non solo ad esempio il porto di napoli,ecc

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ciro Esposito, sconto di pena di 10 anni per De Santis in appello

  • Cronaca

    Caso Consip, Woodcock indagato a Roma per violazione del segreto d’ufficio

  • Cronaca

    Seimila firme per salvare i tavolini di Ciro a Mergellina: "A rischio 35 lavoratori"

  • Cronaca

    Nuovo incendio tra Cuma e Licola: "L'aria è irrespirabile"

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Salerno-Reggio Calabria: morti padre e figlio di Pomigliano

  • Ciro a Mergellina, dal Comune stop a tavolini e ombrelloni

  • Muore a 24 anni in un incidente stradale: la vittima è una studentessa dell'Orientale

  • La tragedia di Marzia: alcol test negativo per l'amica che era al volante

  • Sesso orale in Piazza San Domenico, fermata la protagonista del video

  • Incidente Salerno-Reggio Calabria, i nomi delle vittime

Torna su
NapoliToday è in caricamento