Irruzione nel panificio abusivo: la scoperta dei carabinieri

Il forno era già stato sottoposto a sequestro ma in due avevano violato i sigilli e ripreso le attività

Il panificio sequestrato

Servizio ad alto impatto dei carabinieri, ieri, a Casavatore e Casandrino. Il risultato è un arresto su ordine di carcerazione e la scoperta ed il sequestro di un forno per la panificazione abusiva

Ad essere tratto in arresto, su ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Roma, un 46enne di Casavatore già noto alle forze dell'ordine. Dovrà scontare ai domiciliari una pena residua di 2 anni, 3 mesi e 8 giorni per un furto aggravato.

Denunciati in stato di libertà un 43enne già noto alle forze dell'ordine ed un 28enne incensurato, entrambi di Casandrino: in via Don D’Angelo, a Casandrino, avevano rimosso i sigilli ad un forno sottoposto a sequestro e avevano ripreso attività di panificazione abusiva.

Il locale è stato risottoposto a sequestro, insieme ad 85 kg di farina ed a attrezzature varie.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Napoletani scomparsi, l'appello dei familiari: "La procura messicana non ha mosso un dito"

  • Cronaca

    Emergenza influenza, attivata l'Unità di Crisi al Cardarelli

  • Politica

    Salvini a Calvizzano: "Tornerò a Napoli da premier, alla faccia di de Magistris"

  • Politica

    Comune di Napoli a Roma: perquisiti i pullman

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 26 febbraio al 2 marzo 2018

  • Scomparsi in Messico, non si hanno più notizie di tre napoletani: cresce la paura

  • Non cadono nella truffa dello specchietto: giovane coppia viene aggredita

  • Brumotti torna nel rione Traiano: insulti e lancio di oggetti contro l'inviato di Striscia

  • Scomparsi a Tecatitlan, giallo sui precedenti di Raffaele Russo: le accuse dal Messico

  • Napoletani scomparsi in Messico, il vice-governatore di Jalisco: "La polizia non è coinvolta"

Torna su
NapoliToday è in caricamento