Scoperti due opifici illegali: lavoratori in nero e clandestini

Si tratta di due imprese di Casandrino. Denunciati i titolari ed i lavoratori. Di questi, i sette senza permesso di soggiorno saranno espulsi

Opificio

A Casandrino sono stati scoperti due opifici nei quali erano impiegati 22 lavoratori a nero, di cui sette anche privi del permesso di soggiorno i quali verranno espulsi. Una delle fabbriche era totalmente illegale, sconosciuta quindi al Fisco.

I due titolari delle imprese, un italiano ed un bengalese, sono – insieme ad i lavoratori – stati denunciati: i proprietari per violazione della Bossi-Fini e per favoreggiamento all'immigrazione clandestina, gli impiegati perché lavoratori nel territorio italiano senza permesso di soggiorno.

Proseguono le indagini fiscali dirette a quantificare gli introiti non dichiarati.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Tragedia sul lavoro a Pianura: morto un 48enne

    • Cronaca

      Via Crispi, accoltellamento all'ora di cena: ferito un 18enne

    • Cronaca

      Sequestro da tre milioni al clan Mallardo

    • Cronaca

      Camionista napoletano si suicida lanciandosi giù da un viadotto

    I più letti della settimana

    • La nuova folle moda delle baby gang napoletane: pistola in faccia, ma non per rapina

    • Infarto mentre guarda Real Madrid-Napoli: muore un tifoso azzurro

    • Avvocatessa balla "Occidentali’s karma" nell’aula del tribunale: è polemica

    • Bare abbandonate nel cimitero di Poggioreale: "È un'offesa"

    • Quattro anni e mezzo allo stalker di Quagliarella: "Giustizia è fatta"

    • Sanità, uditi spari in vico Carrette: si indaga

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento