Scoperti due opifici illegali: lavoratori in nero e clandestini

Si tratta di due imprese di Casandrino. Denunciati i titolari ed i lavoratori. Di questi, i sette senza permesso di soggiorno saranno espulsi

Opificio

A Casandrino sono stati scoperti due opifici nei quali erano impiegati 22 lavoratori a nero, di cui sette anche privi del permesso di soggiorno i quali verranno espulsi. Una delle fabbriche era totalmente illegale, sconosciuta quindi al Fisco.

I due titolari delle imprese, un italiano ed un bengalese, sono – insieme ad i lavoratori – stati denunciati: i proprietari per violazione della Bossi-Fini e per favoreggiamento all'immigrazione clandestina, gli impiegati perché lavoratori nel territorio italiano senza permesso di soggiorno.

Proseguono le indagini fiscali dirette a quantificare gli introiti non dichiarati.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Cimitero di Poggioreale, ossa ammassate in un loculo lasciato aperto

    • Cronaca

      Vaccini obbligatori, l'allarme delle Asl: “Non potremo soddisfare tutte le richieste”

    • Cronaca

      Alfano a Napoli: "In bocca al lupo a de Magistris. Noi vera alternativa a sinistra ed estremisti"

    • Cronaca

      Tragedia a Frattamaggiore: donna in attesa del quarto figlio si toglie la vita

    I più letti della settimana

    • Suicida la cantante neomelodica Lucia Caruso: aveva 35 anni

    • Partorisce un bimbo, in ospedale arrivano due papà: è corsa al Lotto

    • Professionista pestato da tre rapinatori: sui social la foto dopo le violenze

    • Ristorante degli orrori a Ischia, sequestrati 130 kg di cibo avariato

    • Il suicidio della cantante neomelodica: "Addio amica mia"

    • Si lancia nel vuoto da un balcone, addio a Lucia Caruso

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento