Scoperti due opifici illegali: lavoratori in nero e clandestini

Si tratta di due imprese di Casandrino. Denunciati i titolari ed i lavoratori. Di questi, i sette senza permesso di soggiorno saranno espulsi

Opificio

A Casandrino sono stati scoperti due opifici nei quali erano impiegati 22 lavoratori a nero, di cui sette anche privi del permesso di soggiorno i quali verranno espulsi. Una delle fabbriche era totalmente illegale, sconosciuta quindi al Fisco.

I due titolari delle imprese, un italiano ed un bengalese, sono – insieme ad i lavoratori – stati denunciati: i proprietari per violazione della Bossi-Fini e per favoreggiamento all'immigrazione clandestina, gli impiegati perché lavoratori nel territorio italiano senza permesso di soggiorno.

Proseguono le indagini fiscali dirette a quantificare gli introiti non dichiarati.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cultura

      I turisti promuovono Napoli: tutti in coda per i musei con il sorriso

    • Cronaca

      Esplode la colonna fecale: inondati i corridoi del Loreto Mare

    • Incidenti stradali

      Tragico incidente stradale, muore travolto da un'automobile

    • Cronaca

      Secondigliano, a fuoco tre auto parcheggiate in strada

    I più letti della settimana

    • Il dramma di Rosa: muore improvvisamente a 15 anni

    • Strage familiare in Svizzera: morti tre napoletani

    • "Ci sono tanti problemi, iniziamo a coprire le buche a Napoli"

    • Ruba "Gratta e vinci" nella tabaccheria caprese dei vip: arrestato

    • Edenlandia, ci siamo: "Riapertura a breve con un evento importante"

    • “C'è uno straniero col mitra”: pomeriggio di psicosi a Fuorigrotta

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento