Scoperti due opifici illegali: lavoratori in nero e clandestini

Si tratta di due imprese di Casandrino. Denunciati i titolari ed i lavoratori. Di questi, i sette senza permesso di soggiorno saranno espulsi

Opificio

A Casandrino sono stati scoperti due opifici nei quali erano impiegati 22 lavoratori a nero, di cui sette anche privi del permesso di soggiorno i quali verranno espulsi. Una delle fabbriche era totalmente illegale, sconosciuta quindi al Fisco.

I due titolari delle imprese, un italiano ed un bengalese, sono – insieme ad i lavoratori – stati denunciati: i proprietari per violazione della Bossi-Fini e per favoreggiamento all'immigrazione clandestina, gli impiegati perché lavoratori nel territorio italiano senza permesso di soggiorno.

Proseguono le indagini fiscali dirette a quantificare gli introiti non dichiarati.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Blitz contro la mafia: arresti a Roma, Napoli e Milano

    • Cronaca

      Inchiesta Pip, nuovi capannoni sequestrati a Marano

    • Cronaca

      Scippa una donna e la picchia: sullo scooter di un 27enne c'era anche il figlio di 4 anni

    • Politica

      San Carlo, centenario dell'Unione Industriali: c'è anche Mattarella

    I più letti della settimana

    • Sesso orale in piazza San Domenico Maggiore: il video finisce su WhatsApp

    • Sesso in pubblico, nuovo scandalo dopo quello di piazza San Domenico

    • Ciro a Mergellina, dal Comune stop a tavolini e ombrelloni

    • Ucciso e seppellito in un terreno, arrestate tre persone per l'omicidio di Vincenzo Amendola

    • Dramma in via Napoli: trovato il cadavere di una donna incinta all'ottavo mese

    • Rubano lo smartphone dalla borsa di una turista: arrestati

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento