Scontro treni Linea 1, sul convoglio anche una sopravvissuta al disastro di Andria

La giovane, originaria di Treviso che lavora a Napoli, era nel treno con a bordo i passeggeri coinvolto nell'incidente avvenuto questa mattina nei pressi della stazione di Piscinola

Era il 12 luglio 2016 quanto Giulia C., originaria di Treviso, allora 24enne, mentre si trovava sul mezzo Trenitalia nella tratta Andria-Corato rimase ferita, insieme ad un’altra cinquantina di persone, nel più grande disastro ferroviario pugliese costato la vita a 23 persone.  

Stamani - riferisce l'Associazione Giustitalia - la ragazza si trovava a Napoli, dove si è trasferita due anni fa avendo trovato lavoro come impiegata in un supermercato.

AGGIORNAMENTI - LE CONDIZIONI DEI FERITI

Erano le 7,00 quando è salita su un treno della Linea 1 della Metropolitana di Napoli per recarsi al lavoro. Poi lo scontro nei pressi della stazione di Piscinola. "E' stato un boato terribile, ho rivissuto l’incubo di qualche anno fa per la seconda volta", ha raccontato la ragazza all'Associazione Giustitalia, che assiste la giovane anche per il risarcimento dell'altro incidente. 

Giulia è stata medicata sul posto da personale paramedico insieme ad altri passeggeri, ha riportato escoriazioni alle mani e contusione ad una gamba.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento