Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Sciopero Circum: "Treni e bus non sicuri per gli utenti"

 

Nessuna rivendicazione economica o di turni più morbidi. Stavolta, i lavoratori dell'Eav hanno incrociato le braccia per l'assenza di standard di sicurezza accettabili a bordo dei treni e degli autobus dell'Azienda. Nel 2010, un treno della Circumvesuviana deragliò provocando due morti. A nove anni di distanza, il sindacato Orsa assicura che quell'incidente potrebbe ancora capitare e che non sono stati presi provvedimenti: "In quello stesso punto, come in altri punti potrebbe accadere ancora. Senza spese aggiuntive, Eav potrebbe attivare dei limitatori di velocità nei punti più pericolosi - spiega Gennaro Conte, vicesegretario del sindacato Orsa - In questo modo, potremmo prevenire errori umani e malori dei conducenti. Non capiamo perché l'azienda non lo faccia".

I lavoratori puntano l'attenzione anche sulle condizioni dei bus: "Le aziende che si occupano della manitenzione non agiustano più le telecamere posteriori dei pullman - prosegue Conte - questo crea un problema di sicurezza durante le manovre". Una ripresa choc per la Circumvesuviana, che solo pochi giorni fa ha annunciato che fino a novembre si proseguirà con l'orario estivo, cioé con un drastico taglio delle corse rispetto al normale orario autunno-inverno: "Questo testimonia il fallimento del programma di revamping dei treni. I treni non arrivano e sono sempre meno, l'Eav non può garantire un servizio adeguato all'utenza". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento