mercoledì, 03 settembre 21℃

Com'è oggi Scampia: il racconto tv delle Iene

Paolo Trincia nel quartiere napoletano che ha detto no alla fiction Gomorra 2. Ciro Corona, presidente dell'Associazione Anticamorra: "Solo pubblicità a luoghi comuni. Oggi Scampia è completamente cambiata"

Redazione 21 gennaio 2013

Le Iene a Scampia. Ieri sera un nuovo servizio tv, stavolta dell’inviato Paolo Trincia, sul quartiere napoletano. In primis il no alla fiction su Gomorra, il libro denuncia di Roberto Saviano. E poi le telecamere che riprendono i pusher, gli arsenali messi in piedi dai camorristi, i nascondigli della droga, e una passeggiata con Michele Spina, primo dirigente del commissariato di Scampia.

IL VIDEO: COM'È OGGI SCAMPIA

Ma qualche anno fa è cominciato il cambiamento: lo Stato si è svegliato, ci sono perquisizione all’ordine del giorno e i simboli dell’arroganza e della camorra sono stati abbattuti. Chiuse le vecchie piazze di spaccio, spiega Spina, anche se è difficile parlare di guerra vinta.


E gli aspetti positivi? La palestra Maddaloni ad esempio, esattamente di fronte alle Vele, che da anni si occupa di togliere dalla strada gli aspiranti camorristi. E ancora, i giovani attori di Scampia Trip e Ciro Corona, presidente dell’Associazione Anticamorra che si è detto d’accordo col provvedimento che ha bloccato le registrazioni della fiction: “Sarebbe pubblicità a luoghi comuni, il boss affacciato che manda baci e così via. Oggi Scampia è completamente cambiata, vuole altro e si sente altro. Ci sono ragazzi che hanno lasciato la strada criminale”.

Annuncio promozionale

Scampia
camorra
droga

Commenti