Scampia, sassi contro bus dell'Anm. L'Usb: "Sulla sicurezza solo parole"

L'episodio è avvenuto stamane intorno alle 11 in via Fratelli Cervi, lungo la quale i passeggeri hanno avvertito il conducente che il bus era stato colpito da corpi contundenti e che frammenti di vetro erano caduti all'interno

Immagine d'archivio

Un nuovo raid vandalico ha preso di mira un bus dell'Anm. Stavolta, a venire danneggiato, è stato un mezzo lungo la linea C67 che collega Scampia a Capodimonte.

L'episodio è avvenuto stamane intorno alle 11 in via Fratelli Cervi, lungo la quale i passeggeri hanno avvertito il conducente che il bus era stato colpito da corpi contundenti e che frammenti di vetro erano caduti all'interno. Per fortuna senza provocare feriti tra i presenti.

Castellammare, aggredito autista di bus

Come riportato dall'Usb il conducente, giunto al vicino stazionamento di Scampia, è sceso per verificare il danno e quindi ha richiesto l'intervento delle forze dell'ordine.
Sul luogo è giunta una volante che ha certificato il danno e raccolto la denuncia del dipendente di Anm.

"Mentre le parole fanno a gara i fatti rimangono in panchina – afferma Adolfo Vallini dell'esecutivo provinciale del sindacato Usb – siamo stanchi di subire continui raid vandalici e aggressioni, in gioco c'è la sicurezza e l'incolumità dei lavoratori e utenti. Il progetto 'linea sicura', annunciato in pompa magna a inizio mese, resta una chimera, l'unica certezza è che tanto di giorno, quanto di notte sui mezzi pubblici la salute è a rischio".

Il commento

"Oramai la violenza e l’inciviltà sono fuori controllo. Dagli ospedali agli autobus, chi lavora è continuamente esposto al rischio delle angherie del prossimo. Purtroppo i violenti sentono di agire in un clima di diffusa impunità dove le loro azioni, nella stragrande maggioranza dei casi, non prevedono conseguenze - è il del consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli - Dinanzi ad una tale ondata di violenze occorre studiare delle soluzioni che siano atte a garantire la sicurezza di chi lavora sui mezzi pubblici e degli stessi viaggiatori. Ma, soprattutto, è necessario che chi viene identificato e denunciato per atti di violenza di questo tipo paghi qualche tipo di conseguenza. Altrimenti gli episodi di questo tipo continueranno ad aumentare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Nuovi focolai in Campania: isolata la palazzina della donna incinta e positiva

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

Torna su
NapoliToday è in caricamento