Miracolo di San Gennaro, ecco cos'è accaduto in città quando ha ritardato

Gli episodi documentati di mancato scioglimento del sangue del Patrono sono soltanto tre, mentre risultano numerose le volte in cui si è sciolto parzialmente o in ritardo

Sangue di San Gennaro

Giornata particolare, il 16 dicembre 2015, per i fedeli partenopei, viste le difficoltà riscontrate nel verificarsi del consueto "miracolo" di San Gennaro. Le uniche tre volte di cui si ha notizia in cui il sangue non si è sciolto risalgono a maggio e a settembre del 1527, e a maggio del 1835. Nei primi due casi la città sarebbe poi stata oggetto di un assedio e colpita dalla peste, nell'ultimo teatro di un'epidemia di colera.

Storicamente, la prima notizia documentata delle ampolle risale al 1389: nel corso delle manifestazioni per la festa dell'Assunta di quell'anno esse furono esposte. Il 17 agosto 1389 vi fu una grandissima processione per assistere al miracolo, così degna di nota che si immagina fosse la prima volta del fenomeno.

La liquefazione durante la cerimonia, che avviene il 16 dicembre, il 19 settembre (San Gennaro) ed il sabato che precede la prima domenica di maggio, è considerata dalla tradizione foriera di buoni auspici per la città; al contrario, la mancata liquefazione viene associata ad eventi fortemente negativi per Napoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La liquefazione del sangue non è sempre avvenuta del tutto, e molti episodi di "miracolo incompleto" o in ritardo sono anch'essi affiancati ad eventi nefasti. Come riportato dal blog "Laboratorio Napoletano", il Santo ha ritardato alla vigilia di avvenimenti quali l'inizio della seconda guerra mondiale, l’occupazione nazista, prima dell'epidemia di colera del '73, e nel settembre del 1980, anno del terremoto in Irpinia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

  • Coronavirus, due nuovi decessi in Campania: i nuovi casi tutti a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento