Salvatore Barbaro vittima innocente di camorra: la decisione

Il tribunale civile di Napoli ha ribaltato la decisione del ministero dell'Interno

Dopo due rifiuti alla richiesta presentata dai suoi familiari, Salvatore Barbaro è stato definito vittima innocente di camorra. La decisione è arrivata da parte del tribunale civile di Napoli che ha ribaltato quella del ministero dell'Interno che aveva bocciato la richiesta. La madre del neomelodico, ucciso per errore a Ercolano, potrà accedere ai benefici riservati ai familiari delle vittime di camorra. Dovrà esserle erogato l'indennizzo previsto per l'uccisione di vittime innocenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In un primo momento il ministero aveva negato questo diritto ritenendo che la madre del giovane ucciso non fosse completamente estranea agli ambienti criminali. Una valutazione sconfessata dal tribunale civile che invece non ha ritenuto veritiera questa circostanza. Salvatore Barbaro venne ucciso il 13 novembre 2009 a via Mare. A ucciderlo furono gli uomini del clan Ascione che lo uccisero per uno scambio di persona con il loro obiettivo dei rivali del clan Birra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

  • Chiude la Gelateria "La Scimmia" di piazza Carità: era aperta dal 1933

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

Torna su
NapoliToday è in caricamento