Si pente anche Rosario Pariante, il boss diventa collaboratore di giustizia

Il 58enne è detenuto da sette anni, di cui tre scontanti in regime di carcere duro. Condannato per associazione camorristica, traffico internazionale di sostanze stupefacenti e duplice omicidio

Dopo il pentimento del boss Iovine e il suo appello a collaborare rivolto agli altri esponenti della malavita, arriva la notizia del pentimento di un altro notissimo boss, Rosario Pariante,

Il boss 58enne è detenuto da sette anni, di cui tre a regime di carcere duro, per associazione camorristica, traffico internazionale di sostanze stupefacenti e duplice omicidio.

Pariante, collegato al clan Di Lauro prima, diventato poi scissionista nella nuova faida di Scampia del 2004, ha deciso di collaborare con la giustizia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento