Bambino dice alla madre che i rom volevano rapirlo: non era vero

La verità è stata scoperta da un video delle telecamere di sorveglianza. Il bimbo di nove anni si era solo spaventato

Se non ci fossero state le telecamere di sorveglianza della zona probabilmente avrebbe accusato ingiustamente di un reato gravissimo delle persone. Un bambino di nove anni ha reso necessario l'intervento dei carabinieri a Qualiano in via Campana. Il piccolo aveva detto ai genitori che alcuni rom avevano provato a rapirlo. Il bambino si era allontanato per qualche minuto mentre la madre stava facendo compere.

Al suo ritorno ha accusato una donna rom di un tentativo di rapimento. I carabinieri si sono attivati subito nelle indagini controllando i filmati di tutte le telecamere di sorveglianza della zona. Proprio da uno di questi nastro hanno in realtà scoperto che il bambino aveva visto una donna rom passare per strada insieme a due bambini, si era spaventato ed era tornato dalla madre. Non è stato però mai tentato nemmeno un approccio e tantomeno un tentativo di rapimento da parte della donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento