Roghi tossici, il sindaco di Mugnano: "Ci stanno avvelenando, dobbiamo difendere la nostra terra"

Il primo cittadino invita tutti a partecipare domani alle 18 e 30 in via Cesare Pavese all'iniziativa "Stop Roghi" promossa dal Comitato Buongiorno Mugnano

Rogo a Calvizzano, fotografato da Mugnano @NapoliToday

“Ci stanno avvelenando lentamente, non possiamo più restare inermi né come istituzioni né come cittadini”. Sono queste le dure parole del sindaco di Mugnano Luigi Sarnataro in merito all’enorme rogo tossico che ieri è stato appiccato nelle campagne di Calvizzano.

“Sebbene l’incendio non era sul nostro territorio, il fumo e le diossine non conoscono confini e così migliaia di cittadini tra Mugnano, Marano, Villaricca, Qualiano e Giugliano sono stati letteralmente intossicati e costretti a respirare aria tossica. Oggi sono stato all’Ato Rifiuti e venerdì sarò in Prefettura per affrontare la questione. Questo però non basta: è arrivato il momento di lasciare da parte le parole e passare ai fatti. Proprio per questo invito tutti i cittadini, di Mugnano e non solo, a partecipare domani pomeriggio all’iniziativa “Basta Roghi” che si terrà  nel piazzale di via Cesare Pavese, organizzata dal Comitato “Buongiorno Mugnano”. Io e la mia Amministrazione saremo in prima linea e con me mi auguro tantissime altre persone. E’ arrivato il momento – conclude il primo cittadino Sarnataro – di difendere la nostra terra, il nostro futuro e la nostra salute con tutti i mezzi a nostra disposizione”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento