Ritrovata Alessia Ciccone, era in un appartamento a Nola

La 16enne è stata ritrovata grazie a una telefonata di un'insegnante

È stata ritrovata la 16enne Alessia Ciccone scomparsa nel corso della giornata di mercoledì. Dopo 48 ore di ricerche, la giovanissima è stata ritrovata in un appartamento di un palazzo a Nola. La 16enne è stata ritrovata grazie a una telefonata fatta con una sua insegnante. La docente è riuscita a tenerla al cellulare il tempo necessario per permettere ai tecnici della polizia di risalire alla posizione esatta da dove proveniva la chiamata. Triangolando la cella coinvolta, gli investigatori sono riusciti a scoprire il punto esatto da dove proveniva.

L'intervento 

Dopo pochi minuti sono intervenuti gli uomini della Squadra mobile insieme ai colleghi del commissariato di Nola riuscendo a riportare a casa la ragazza. Sarà poi lei, una volta passato lo shock, a spiegare cosa le sia successo e se sia stata con qualcuno in queste 48 ore. Al momento comunque la 16enne sembra in buone condizioni e ha raccontato che non le è stato fatto nulla. La giovane mercoledì non era andata a scuola e non era rientrata a casa in orario facendo così scattare l'allarme. I genitori sono attualmente nel commissariato di Nola dove hanno riabbracciato la giovanissima. 

L'appello della famiglia 

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Morto durante il viaggio di nozze, la moglie: "Non inviate più soldi"

  • Dramma in vacanza a Mykonos, muore napoletano di 22 anni

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

  • Tragedia all'isola d'Elba: napoletano trovato morto nella casa in cui era in vacanza

Torna su
NapoliToday è in caricamento