Brindisi della Vigilia, maxi rissa a Giugliano: otto giovani denunciati

Due ragazzi sono finiti in ospedale con ferite alla testa da cocci di bottiglia e volto tumefatto. Identificati in 8 anche grazie alle immagini social

Otto le persone identificate e denunciate dai carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania per la maxi rissa scoppiata in Piazza Matteotti la sera del 24 Dicembre scorso.

Si tratta di giovani di età compresa tra i 20 e i 32 anni, residenti nei comuni di Giugliano, Villaricca e Melito, alcuni dei quali già noti alle forze dell’ordine e colpiti da DASPO.

Brindisi di Natale, rissa a Giugliano

Nella tarda serata del 24 dicembre, per motivi ancora poco chiari e verosimilmente legati all’abuso di alcoolici, i denunciati avevano dato vita ad una furiosa rissa colpendosi con calci, pugni e bottigliate. 

Due dei ragazzi – uno ferito alla testa con un coccio di bottiglia e uno col volto tumefatto - sono stati soccorsi dal 118 e ritenuti guaribili in 8 e 10 giorni. I carabinieri hanno ricostruito l’intera vicenda grazie all’analisi delle immagini di videosorveglianza presenti in piazza e dei contenuti postati dai giovani coinvolti sui loro profili social.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Nuovi focolai in Campania: isolata la palazzina della donna incinta e positiva

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • De Luca: “L'epidemia è dietro l'angolo. Noto un pericoloso rilassamento”

Torna su
NapoliToday è in caricamento